IL PITTORE MALEDETTO Visualizza ingrandito

978-88-98862-80-1

IL PITTORE MALEDETTO

Storia violenta di Caravaggio

di LUIGI PATRIZI

Michelangelo Merisi (1571–1610), detto il Caravaggio, fu geniale e scandaloso...


Maggiori dettagli

Subito disponibile

15,00 €

Scheda tecnica

Copertina con alette
Rilegatura brossura fresata
Dimensioni 15x21
Numero di pagine 144

Dettagli

Michelangelo Merisi (1571–1610), detto il Caravaggio, fu geniale e scandaloso, vivendo e morendo nella disperata ricerca di un equilibrio inseguito e mai raggiunto, anche a causa di un carattere rissoso, con i pennelli in una mano e la spada nell’altra. Ospite fisso di bettole d’infimo ordine, frequentatore di prostitute e di amanti occasionali di ambo i sessi, fu parallelamente amato e protetto da nobili e ricchi committenti. La sua vita fu scandita dalla forzata permanenza nelle galere di varie città e dall’ospitalità offerta da autorevoli personaggi del potere laico e religioso, che oltre a commissionargli alcune delle sue opere più famose, gli offrirono protezione e in più occasioni lo sottrassero alle condanne più gravi, determinate dalla sua esuberanza, ma anche da un’innegabile propensione alla violenza. Questa è la biografia di un artista caratterizzato da tante ombre mai dissolte. Non così nelle sue tele, in cui il buio è sempre squarciato da raggi luminosi votati alla distruzione dell’oscurità che spesso ci travolge per trascinarci nel gorgo del mistero, dove la luce non ha spazio e la morte si adagia accanto alla vita, fino a soffocarla.

LUIGI PATRIZI: Conclusi gli studi medici a Roma nel 1890, divenne assistente straordinario nel laboratorio di fisiologia diretto da Angelo Mosso a Torino. Dopo aver insegnato negli Atenei di Ferrara e di Sassari, si trasferì a Modena come professore di fisiologia e direttore dell’Istituto fisiologico (1897); di qui passerà a Torino, succedendo alla cattedra di Cesare Lombroso.

 

30 altri prodotti della stessa categoria: